Grafiche in Comune Graficheincomune. La biblioteca virtuale della grafica e dell'illustrazione libraria del Comune di Milano in un "clic"
Paolo Mezzanotte e la sua Milano Paolo Mezzanotte e la sua Milano

Paolo Mezzanotte e la sua Milano

Paolo Mezzanotte (Milano 1878 - Inverigo 1969), noto soprattutto per aver progettato il palazzo della borsa di Milano, è stata una figura poliedrica del panorama artistico milanese della prima metà del Novecento. Attento osservatore e protagonista di un periodo denso di avvenimenti e cambiamenti, egli non fu solo architetto, ma anche pittore, incisore e studioso di storia dell’arte, oltre che appassionato conoscitore della sua città cui ha dedicato incisioni, schizzi e disegni che svelano scorci inediti.

Un personaggio complesso, quindi, un artista a tutto tondo del quale proponiamo un corpus di opere donate dallo stesso artista e poi dai figli alla Civica Raccolta di Stampe “A. Bertarelli”. Si tratta di incisioni realizzate con perizia, padroneggiando tecniche come l’acquaforte, l’acquatinta e la cera molle. Sono sia composizioni fantastiche ispirate ad architetture barocche raggruppabili in due serie, le Fantasie Barocche, databili tra il 1918 e il 1928, e i Giardini d’Italia, incisi tra il 1915 e il 1917, sia vedute di monumenti milanesi, come il Duomo, San Lorenzo, San Nazaro ed altri angoli nascosti. La sua opera grafica però non si esaurisce qui, ma conta anche numerosi disegni e progetti, dei quali proponiamo una selezione, scelta per la valenza artistica del disegno, piuttosto che per l’importanza del progetto architettonico stesso. Progetti che amava completare con graffiti, una tecnica a lui particolarmente congeniale, che trasformavano gli atri dei palazzi, in giardini fantastici con ville, fontane, viali alberati e scalinate.

Chiude il dettaglio