Lista
Lista
Lista
Lista
  • Bacheca dei siti suggeriti:
  • [Treccani]
  • [Wikipedia]
  • [GabinettoDisegniEStampeUffizi]
  • [BritishMuseum]
  • [Louvre]
  • [Prado]
  • [MetropolitanMuseum]
  • [VictoriaAlbertMuseum]
  • [Albertina]
  • [BibliotecaMediceaLaurenziana]
  • [BibliotecaApostolicaVaticana]
  • [InternetCulturale]
  • [KIT]
  • [SBNRL]
  • [SBNIT]
  • [Azalai]
  • [Incunabula]
  • [Edit16]
  • [Catalogo Italiano dei Periodici]
  • [ManusOnLine]
  • [Calcografica]
  • [ACRI]
  • [Gallica]
  • [Iconclass]
  • [Emporium]
  • [LombardiaBeniCulturali]
Risultati 1-1 su 1
SM 9,39
OggettodisegnoAutoriMartinelli, Domenico [Info autore]Titolo[Pianta e prospetti di scuderie e ingresso del castello di Austerlitz]Datazione1698 post - 1702 ante (bibliografia)Materia e tecnicacarta, penna e inchiostro, acquerelloMisuremm 460 x 700CommittenteKaunitz, Dominik Andreas conte
Notizie storico-criticheQuesta tavola elegantemente composta e finemente rifinita in ogni sua parte, è probabilmente uno dei disegni di presentazione del progetto, che illustra gli edifici delle scuderie a nord del castello, con dettagli di alcuni elementi architettonici significativi.
Il complesso delle scuderie, come si evince dalla planimetria generale (Milano, Collezione Sardini Martinelli inv. 2,40), si sviluppa simmetricamente secondo l'asse nord-sud, in due ali perpendicolari al fronte nord del castello, con gli alloggi degli ufficiali al servizio del conte Kaunitz e due corpi paralleli allo stesso fronte, che si allargano formando un'esedra aperta centrata sulla linea dell'ingresso, contenenti le stalle.
Nel disegno sono rappresentati in pianta metà esedra e il tratto rettilineo delle stalle, fino all'innesto col corpo degli alloggi; di queste parti è sviluppato il fronte interno completo verso il castello e un tratto del fronte opposto dell'edificio per gli ufficiali.
Nell'edificio delle stalle, gli ingressi sono situati al termine di ogni testata dell'esedra e sono costituiti da un'apertura ad arco, con una coppia di colonne per parte, libere in facciata ma unite tra loro da un unico basamento. Le colonne sostengono una trabeazione la cui cornice si rialza in corrispondenza del fregio triangolare posto sopra l'arco, decorato con lo stemma dei Kaunitz.
La stessa trabeazione corre lungo tutto l'edificio, sostenuta da pilastri con coppie di paraste addossate e poggianti su unica base come le colonne. Tra i pilastri una serie di archi tamponati in cui si inseriscono le finestre riquadrate e sormontate da una elaborata cornice.
Sopra la trabeazione, la copertura, che si può vedere in dettaglio nella sezione eseguita in corrispondenza del nodo di innesto tra l'esedra e il lato rettilineo delle stalle, è nascosta da un parapetto, in parte balaustrato, sormontato da statue.
Il nodo di innesto sopra citato, è invece coperto da una calotta emisferica parzialmente emergente, sormontata da un puntale.
Gli stessi motivi architettonici sono ripresi nell'edificio degli alloggi degli ufficiali, dove però gli archi in facciata non sono tamponati, ma si aprono a formare un porticato. Le finestre sulla parete retrostante, che fanno da sfondo agli archi, mantengono la stessa fattura. Sui terminali del porticato si trovano a nord i servizi con la latrina e a sud il corpo scala di accesso al piano inferiore cantinato - la cui esistenza si suppone per la presenza di piccole aperture sotto le finestre - e al piano mezzanino superiore. Questo è servito da una balconata continua rilevabile sul fronte retrostante dell'edificio, cui si accede da un passaggio mediano trasversale al porticato.
Gli altri elementi architettonici riportati in questo disegno e rappresentati in pianta e in alzato, sono: l'ingresso dal giardino nella "citroniera", che riprende il motivo degli ingressi alle stalle, ma con le doppie colonne più distanziate tra loro per accogliere una nicchia con vasi e medaglione sovrastante, e il portone per l'ingresso sud dalla città alla piazza antistante il fronte est del castello, costituito da un cancello tra due imponenti elementi verticali, il cui accesso è chiuso da "terminali" con catene, rappresentati anche in dettaglio.
Alcuni schizzi con misure riferiti allo studio dei fronti sono inseriti nel Manoscritto 1856 conservato alla Biblioteca Statale di Lucca (ms. 1856, f. 275r e f. 416r).

BibliografiaH. Lorenz, Domenico Martinelli und die österreichische Barockarchitektur, Wien 1991, p. 161, 333 n. MZ 486, fig. 134 Scheda descrittiva completa in [SBN_Nazionale]Domenico Martinelli architetto ad Austerlitz: i disegni per la residenza di Dominik Andreas Kaunitz (1691-1705), catalogo mostra, a cura di A. Scotti Tosini, Cinisello Balsamo 2006, p. 131, 132 n. 25 Scheda descrittiva completa in [SBN_Nazionale]P. Betti, Il Collezionismo. Una vita per la grafica: la grande passione di Sardini, in Giacomo Sardini 1750-1811, a cura di Bertoncini Sabatini P., P. Betti, Lucca 2019, pp. 187-188 nota 10, p. 189, p. 188 fig. 161
AcquisizioneLibreria Antiquaria Hoepli (acquisto, 1941)
CollocazioneComune di MilanoGabinetto dei Disegni
AvvertenzePer richiedere immagini digitali relative al patrimonio del Civico Gabinetto dei Disegni del Castello Sforzesco è possibile inviare una richiesta a: c.gabinettodisegni@comune.milano.it.
Nella richiesta dovrà essere precisato se tali immagini necessitano a scopo di studio oppure siano destinate alla pubblicazione. In caso di pubblicazione le immagini potrebbero essere soggette al pagamento dei diritti di riproduzione secondo quanto stabilito dalla Deliberazione di G.C. n. 3175/2002.
Alcune opere potrebbero essere inoltre tutelate dal diritto d'autore (legge 22 aprile 1941, n. 633 e integrazioni). L'utilizzo di immagini riproducenti opere di artisti viventi o morti da meno di 70 anni, quindi non ancora di Pubblico Dominio, esige l'autorizzazione dell'avente diritto o della SIAE, sezione sezione OLAF, se quest'ultima lo rappresenta.
Ideazione concept Graficheincomune:
Benedetta Gallizia di Vergano, Michele Stolfa
 - 
Realizzazione informatica:
TAI S.a.s. di Marino Delfino e Paolo Ongaro