Lista
Lista
Lista
Lista
  • Bacheca dei siti suggeriti:
  • [Treccani]
  • [Wikipedia]
  • [GabinettoDisegniEStampeUffizi]
  • [BritishMuseum]
  • [Louvre]
  • [Prado]
  • [MetropolitanMuseum]
  • [VictoriaAlbertMuseum]
  • [Albertina]
  • [BibliotecaMediceaLaurenziana]
  • [BibliotecaApostolicaVaticana]
  • [InternetCulturale]
  • [KIT]
  • [SBNRL]
  • [SBNIT]
  • [Azalai]
  • [Incunabula]
  • [Edit16]
  • [Catalogo Italiano dei Periodici]
  • [ManusOnLine]
  • [Calcografica]
  • [ACRI]
  • [Gallica]
  • [Iconclass]
  • [Emporium]
  • [LombardiaBeniCulturali]
Risultati 1-1 su 1
SM 9,20
OggettodisegnoAutoreMartinelli, Domenico [Info autore]Titolo[Prospetto di un altare]Datazione1678 post - 1690 ante (contesto)Materia e tecnicacarta, penna e inchiostro, bistro a penna, grafite, biacca, acquerelloMisuremm 482 x 346
Notizie storico-criticheL'altare qui rappresentato non è identificabile; potrebbe trattarsi di una copia di studio, ma anche di un'ipotesi progettuale, non solo perché mostra la scala grafica, ma anche perché è presente una variante applicata.
L'attribuzione a Domenico Martinelli deriva dalla particolare tecnica di rappresentazione da lui usata nel primo periodo romano, tra 1678 e 1690, come riferisce anche il biografo Giovanni Battista Franceschini nelle sue "Memorie della vita di Domenico Martinelli" del 1772 (Lorenz 1991, p. 130), che ritroviamo anche in altri disegni da lui realizzati (Milano, Collezione Sardini Martinelli inv. 9,1, inv. 9,34 e inv. 4,6): il disegno è tracciato su carta scura (in questo caso preparata con sfondo grigio e non marrone scuro) e le zone in luce sono evidenziate con sfumature bianco-argentate. L'altare è a forma di edicola posta su un solido e articolato basamento con tre scalini nella parte centrale. Superiormente si trovano due colonne per parte, di cui le centrali più avanzate, sormontate da capitelli che reggono una trabeazione con timpano spezzato, su cui sono adagiate due figure.
L'elemento terminale che fa loro da sfondo è presentato in due soluzioni: la prima, realizzata sul supporto del disegno, ha un setto rettangolare decorato con cornice interna, orecchie ai lati e volute contrapposte sulla sommità, che individuano un volto inserito in una conchiglia, mentre ai lati due lesene scavate sorreggono un timpano spezzato; la seconda, su supporto applicato, presenta un elemento più semplice e di dimensioni ridotte, costituito da due lesene che sostengono un frontone triangolare dalla base arcuata, al cui centro si trova una semplice cornice in rilievo sagomata sormontata da una conchiglia vuota. Sopra il basamento dell'altare è posta una teca per reliquie.

BibliografiaH. Lorenz, Domenico Martinelli und die österreichische Barockarchitektur, Wien 1991, p. 332 n. MZ 474 Scheda descrittiva completa in [SBN_Nazionale]
AcquisizioneLibreria Antiquaria Hoepli (acquisto, 1941)
CollocazioneComune di MilanoGabinetto dei Disegni
AvvertenzePer richiedere immagini digitali relative al patrimonio del Civico Gabinetto dei Disegni del Castello Sforzesco è possibile inviare una richiesta a: c.gabinettodisegni@comune.milano.it.
Nella richiesta dovrà essere precisato se tali immagini necessitano a scopo di studio oppure siano destinate alla pubblicazione. In caso di pubblicazione le immagini potrebbero essere soggette al pagamento dei diritti di riproduzione secondo quanto stabilito dalla Deliberazione di G.C. n. 3175/2002.
Alcune opere potrebbero essere inoltre tutelate dal diritto d'autore (legge 22 aprile 1941, n. 633 e integrazioni). L'utilizzo di immagini riproducenti opere di artisti viventi o morti da meno di 70 anni, quindi non ancora di Pubblico Dominio, esige l'autorizzazione dell'avente diritto o della SIAE, sezione sezione OLAF, se quest'ultima lo rappresenta.
Ideazione concept Graficheincomune:
Benedetta Gallizia di Vergano, Michele Stolfa
 - 
Realizzazione informatica:
TAI S.a.s. di Marino Delfino e Paolo Ongaro