Lista
Lista
Lista
Lista
  • Bacheca dei siti suggeriti:
  • [Treccani]
  • [Wikipedia]
  • [GabinettoDisegniEStampeUffizi]
  • [BritishMuseum]
  • [Louvre]
  • [Prado]
  • [MetropolitanMuseum]
  • [VictoriaAlbertMuseum]
  • [Albertina]
  • [BibliotecaMediceaLaurenziana]
  • [BibliotecaApostolicaVaticana]
  • [InternetCulturale]
  • [KIT]
  • [SBNRL]
  • [SBNIT]
  • [Azalai]
  • [Incunabula]
  • [Edit16]
  • [Catalogo Italiano dei Periodici]
  • [ManusOnLine]
  • [Calcografica]
  • [ACRI]
  • [Gallica]
  • [Iconclass]
  • [Emporium]
  • [LombardiaBeniCulturali]
Risultati 1-1 su 1
SM 8,99
OggettodisegnoAutoreMontano, Giovanni Battista [Info autore]Titolo[Cartelle per arme papale e dettaglio decorativo]Datazione1575 ca. - 1621 ante (analisi stilistica)Materia e tecnicacarta, penna e inchiostro, grafite, matita rossaMisuremm 243 x 165
Notizie storico-criticheNell'"Indice" del tomo nel quale era rilegato il disegno viene raggruppato con altri sotto il titolo: "Cartelle per / armi di Gio. Batta Montani".
Il foglio presenta due cartelle per arme papali (di cui è raffigurata solo una metà essendo l'altra simmetrica) con un dettaglio decorativo a parte, disegnate da Giovanni Battista Montano. L'attribuzione di Giacomo Sardini è confermata dalla presenza di altri disegni quasi identici dello stesso autore raccolti in un album lasciato in eredità da Henri de Cambout, Duca di Coislin al Monastero di Saint Germain des Prés nel 1732 (MS Hb, 22 - 4°, ff. 103, 104, 107 consultati nei microfilm 9421, 9422, 9423), oggi conservato presso la Bibliothèque National de France a Parigi e segnalato da Lynda Fairbairn (Italian Renaissance Drawings from the Collection of Sir John Soane's Museum, London, 1998 pp. 770-771).
Si tratta di due soluzioni, di cui è rappresentato il solo lato sinistro con un accenno di completamento a matita rossa, che riportano variamente disposti e disegnati gli stessi elementi caratteristici delle insegne papali: la tiara, le chiavi (in questo caso ne appare una sola, ma il disegno è simmetrico) e il cordone con fiocchi che si snoda dentro e fuori dal cartiglio arrotolato in volute a contorno di uno spazio centrale vuoto. Nella prima cartella è aggiunta una testina di cherubino.
La tiara, copricapo liturgico di forma semi-ovale, era generalmente guarnita con tre corone d'oro, due nastri uscenti dalla parte posteriore e un pomello sormontato da una piccola croce sulla parte superiore (in questo caso omesso forse perché il disegno termina al limite superiore del foglio). Emblema primario del papato, rappresenta la dignità del sommo pontefice quale capo supremo della chiesa e sovrano dello Stato pontificio.
Le chiavi, una'oro e una d'argento disposte a croce di S. Andrea e legate da un nastro, con le impugnature verso il basso collegate dal cordone e i congegni di apertura a forma di croce rivolti verso l'alto, simboleggiano la giurisdizione, ossia la piena autorità del pontefice ad amministrare i tesori della Redenzione e ad insegnare con autorità la dottrina di Gesù.In particolare la chiave d'argento, posta a sinistra, simboleggia l'autorità del papato sulla terra, mentre la chiave d'oro a destra allude al potere che si estende al regno dei cieli.
Nella parte bassa del foglio è tracciato un dettaglio decorativo che riguarda probabilmente un altra cartella e che raffigura una maschera alata tra volute di cartigli.
Il disegno può essere correlato ad altri presenti all'interno della Collezione (Milano, Collezione Sardini Martinelli, invv. 8,95; 8,96; 8,97; 8,98; 8,100; 8,101) e in particolare sembra trattarsi di una variante per le soluzioni di cui al disegno seguente (Milano, Collezione Sardini Martinelli, inv. 8,100).

BibliografiaV. Pracchi, La Raccolta Martinelli al Castello Sforzesco di Milano (seconda parte), "Il Disegno di Architettura", n. 4, 1991, p. 28 n. 99 Scheda descrittiva completa in [SBN_Nazionale]
AcquisizioneLibreria Antiquaria Hoepli (acquisto, 1941)
CollocazioneComune di MilanoGabinetto dei Disegni
AvvertenzePer richiedere immagini digitali relative al patrimonio del Civico Gabinetto dei Disegni del Castello Sforzesco è possibile inviare una richiesta a: c.gabinettodisegni@comune.milano.it.
Nella richiesta dovrà essere precisato se tali immagini necessitano a scopo di studio oppure siano destinate alla pubblicazione. In caso di pubblicazione le immagini potrebbero essere soggette al pagamento dei diritti di riproduzione secondo quanto stabilito dalla Deliberazione di G.C. n. 3175/2002.
Alcune opere potrebbero essere inoltre tutelate dal diritto d'autore (legge 22 aprile 1941, n. 633 e integrazioni). L'utilizzo di immagini riproducenti opere di artisti viventi o morti da meno di 70 anni, quindi non ancora di Pubblico Dominio, esige l'autorizzazione dell'avente diritto o della SIAE, sezione sezione OLAF, se quest'ultima lo rappresenta.
Ideazione concept Graficheincomune:
Benedetta Gallizia di Vergano, Michele Stolfa
 - 
Realizzazione informatica:
TAI S.a.s. di Marino Delfino e Paolo Ongaro