Lista
Lista
Lista
Lista
  • Bacheca dei siti suggeriti:
  • [Treccani]
  • [Wikipedia]
  • [GabinettoDisegniEStampeUffizi]
  • [BritishMuseum]
  • [Louvre]
  • [Prado]
  • [MetropolitanMuseum]
  • [VictoriaAlbertMuseum]
  • [Albertina]
  • [BibliotecaMediceaLaurenziana]
  • [BibliotecaApostolicaVaticana]
  • [InternetCulturale]
  • [KIT]
  • [SBNRL]
  • [SBNIT]
  • [Azalai]
  • [Incunabula]
  • [Edit16]
  • [Catalogo Italiano dei Periodici]
  • [ManusOnLine]
  • [Calcografica]
  • [ACRI]
  • [Gallica]
  • [Iconclass]
  • [Emporium]
  • [LombardiaBeniCulturali]
Risultati 1-1 su 1
SM 5,20
OggettodisegnoAutoreMontano, Giovanni Battista (?) [Info autore]Titolo[Prospetto di cornice architettonica con altare e cappelle funerarie]Datazione1583 post - 1621 ante (bibliografia)Materia e tecnicacarta, grafiteMisuremm 408 x 576
Notizie storico-criticheNell'"Indice de due Tomi d'Intagli Tempietti ed altro", relativo ai tomi V e VI e compilato dal collezionista Giacomo Sardini, il disegno viene iscritto nel paragrafo "altari diversi" con la definizione "19. Schizzo in Lapis".
Il disegno tracciato velocemente a grafite, sembra rappresentare un ricco apparato decorativo, costruito intorno a un altare affiancato da cappelle funerarie.
La composizione, piuttosto complessa, presenta un nucleo centrale con un altare affiancato sui due lati da scalini, su cui è impostata un'edicola contenente il SS. Sacramento, con ai lati due angeli, posti su un basamento. Sopra l'altare è la raffigurazione della Madonna con Bambino assisa e circondata da una teoria di angeli e cherubini in volo, di cui due sostenenti una corona sopra il suo capo. Ai due lati di questa sacra composizione, due campiture individuate da colonne corinzie che presentano caratteristiche differenti, costituendo probabilmente due versioni per una scelta esecutiva.
Quella di sinistra è inquadrata da due colonne semplici e riporta al suo interno una figura femminile drappeggiata di santa su un piedistallo, recante in mano la palma del martirio; sopra di essa un riquadro sagomato per iscrizione, cui segue un decoro con testina d'angelo al centro di volute in corrispondenza del cornicione e, nella parte superiore, una doppia riquadratura affiancata da lesene decorate che incornicia due angioletti che sostengono un candeliere.
La campitura di destra è invece inquadrata da due coppie di colonne - probabilmente quelle interne più avanzate - e contiene una statua femminile drappeggiata su piedistallo al centro di una cornice, che sembra sostenere una colomba (simbolo di pace). Tra i capitelli è posta una bassa riquadratura, sormontata in corrispondenza del cornicione dal busto di un angioletto risolto in volute vegetali e, nella parte superiore, una doppia riquadratura che incornicia un'urna cineraria.
La parte superiore dell'impalcato è conclusa da un corpo rettangolare riquadrato, sorretto lateralmente da volute con angeli e urne e sormontato da un frontone triangolare, che funge da sfondo a un angelo affiancato da volute e in asse con la sottostante figura della Madonna. Il frontone riporta lungo i lati inclinati gli stessi elementi decorativi di urne e angeli su piedistalli.
La struttura continua in tono minore su entrambi i lati con cappelle funerarie con sarcofago e urna soprastante sempre inquadrate da colonne corinzie. La cappella di sinistra termina con una riquadratura decorata e sormontata da frontone triangolare, con urne laterali e angelo superiore, quella di destra riporta una riquadratura per iscrizione sorretta da angeli e sormontata da un'urna fiammeggiante.
A lati delle cappelle si ripete il motivo delle campiture che fiancheggiano l'altare.
A. Bedon nutre riserve sull'attribuzione del disegno a Giovanni Battista Montano (Pracchi, 1991 p. 14). La composizione e gli elementi decorativi sono comuni a diverse opere di questo autore. Altri disegni di soggetto analogo sono presenti ad esempio all'interno del VI tomo della Collezione (Milano, Collezione Sardini Martinelli invv. 6,120 e 6,127) e la tipologia di altare affiancato da scalini si ritrova nei disegni di cui agli invv. 5,70; 6,35; 6,75. Tuttavia lo stile con cui sono tracciati alcuni elementi decorativi, forse dovuto unicamente alla velocità di esecuzione, non consente di sciogliere i dubbi di attribuzione.

BibliografiaV. Pracchi, La Raccolta Martinelli al Castello Sforzesco di Milano (seconda parte), "Il Disegno di Architettura", n. 4, 1991, p. 14 n. 20 Scheda descrittiva completa in [SBN_Nazionale]L. Fairbairn, Italian Renaissance Drawings from the collection of Sir John Soane's Museum, London 1998, v. II-2 Append. 8 p. 771 Scheda descrittiva completa in [SBN_Nazionale]
AcquisizioneLibreria Antiquaria Hoepli (acquisto, 1941)
CollocazioneComune di MilanoGabinetto dei Disegni
AvvertenzePer richiedere immagini digitali relative al patrimonio del Civico Gabinetto dei Disegni del Castello Sforzesco è possibile inviare una richiesta a: c.gabinettodisegni@comune.milano.it.
Nella richiesta dovrà essere precisato se tali immagini necessitano a scopo di studio oppure siano destinate alla pubblicazione. In caso di pubblicazione le immagini potrebbero essere soggette al pagamento dei diritti di riproduzione secondo quanto stabilito dalla Deliberazione di G.C. n. 3175/2002.
Alcune opere potrebbero essere inoltre tutelate dal diritto d'autore (legge 22 aprile 1941, n. 633 e integrazioni). L'utilizzo di immagini riproducenti opere di artisti viventi o morti da meno di 70 anni, quindi non ancora di Pubblico Dominio, esige l'autorizzazione dell'avente diritto o della SIAE, sezione sezione OLAF, se quest'ultima lo rappresenta.
Ideazione concept Graficheincomune:
Benedetta Gallizia di Vergano, Michele Stolfa
 - 
Realizzazione informatica:
TAI S.a.s. di Marino Delfino e Paolo Ongaro