Lista
Lista
Lista
Lista
  • Bacheca dei siti suggeriti:
  • [Treccani]
  • [Wikipedia]
  • [GabinettoDisegniEStampeUffizi]
  • [BritishMuseum]
  • [Louvre]
  • [Prado]
  • [MetropolitanMuseum]
  • [VictoriaAlbertMuseum]
  • [Albertina]
  • [BibliotecaMediceaLaurenziana]
  • [BibliotecaApostolicaVaticana]
  • [InternetCulturale]
  • [KIT]
  • [SBNRL]
  • [SBNIT]
  • [Azalai]
  • [Incunabula]
  • [Edit16]
  • [Catalogo Italiano dei Periodici]
  • [ManusOnLine]
  • [Calcografica]
  • [ACRI]
  • [Gallica]
  • [Iconclass]
  • [Emporium]
  • [LombardiaBeniCulturali]
Risultati 1-1 su 1
SM 4,68
OggettodisegnoAutoriMartinelli, Domenico (?) [Info autore]copia da Mascarino, OttavianoSoggettoPianta della villa Guastavillani a BarbianoDatazione1678 - 1690 (bibliografia)Materia e tecnicacarta, grafite, inchiostro a pennaMisuremm 425 x 534
Notizie storico-criticheNell'"Indice" del tomo nel quale era rilegato, il disegno viene definito: "Villa di Barbiano di Bologna".
Si tratta di una copia di Domenico Martinelli di un disegno attualmente conservato nel fondo Mascherino dell'Accademia di S. Luca a Roma. La scheda di catalogo dell'Accademia (n. 2529) lo assegna a Ottaviano Mascherino, lo identifica con la villa Guastavillani a Barbiano e lo data al 1574. La villa fu costruita dal cardinale Filippo Guastavillani, nipote di Gregorio XIII, a partire dal 1575. Sono numerose le proposte di Mascherino per questa villa e tra queste ve n'è una identica a quella raffigurata nel presente disegno. L'edificio si sviluppa in due corpi di fabbrica disposti simmetricamente lungo due lati della corte e raccordati da una loggia a tre arcate, analoga a quelle poste in prossimità dell'ingresso. Attorno alla villa sono disegnati due ampi giardini organizzati con viali ortogonali e aiuole geometriche. (cfr. anche Milano, Collezione Sardini Martinelli inv. 4,69).
Anche questo disegno rientra nella sfera di attività del Martinelli dedicata alla riproduzione di progetti ideati da altri architetti quali Giovanni Antonio e Mattia De Rossi.

BibliografiaJ. Wasserman, Ottaviano Mascherino and his drawings in the Accademia Nazionale di San Luca, Roma 1966, p. 170, fig. 163P. Marconi, A. Cipriani, E. Valeriani, I disegni di architettura dell'Archivio storico dell'Accademia di San Luca, Roma 1974, fig. 2529 Scheda descrittiva completa in [SBN_Nazionale]H. Lorenz, Domenico Martinelli und die österreichische Barockarchitektur, Wien 1991, p. 329 n. Z 425 Scheda descrittiva completa in [SBN_Nazionale]V. Pracchi, La Raccolta Martinelli al Castello Sforzesco di Milano (prima parte), "Il disegno di architettura. Notizie su studi, ricerche, archivi e collezioni pubbliche e private", n.3, 1991, p. 21 n. 70A. Dallaj, Origine e conservazione della collezione Sardini-Martinelli al Castello Sforzesco, in Domenico Martinelli architetto ad Austerlitz i disegni per la residenza di Dominik Andreas Kaunitz (1691-1705), catalogo mostra, a cura di Scotti Tosini A., Cinisello Balsamo 2006, p. 55 nn. 41, 45
AcquisizioneLibreria antiquaria Hoepli (acquisto, 1941)
CollocazioneComune di MilanoGabinetto dei Disegni
AvvertenzePer richiedere immagini digitali relative al patrimonio del Civico Gabinetto dei Disegni del Castello Sforzesco è possibile inviare una richiesta a: c.gabinettodisegni@comune.milano.it.
Nella richiesta dovrà essere precisato se tali immagini necessitano a scopo di studio oppure siano destinate alla pubblicazione. In caso di pubblicazione le immagini potrebbero essere soggette al pagamento dei diritti di riproduzione secondo quanto stabilito dalla Deliberazione di G.C. n. 3175/2002.
Alcune opere potrebbero essere inoltre tutelate dal diritto d'autore (legge 22 aprile 1941, n. 633 e integrazioni). L'utilizzo di immagini riproducenti opere di artisti viventi o morti da meno di 70 anni, quindi non ancora di Pubblico Dominio, esige l'autorizzazione dell'avente diritto o della SIAE, sezione sezione OLAF, se quest'ultima lo rappresenta.
Ideazione concept Graficheincomune:
Benedetta Gallizia di Vergano, Michele Stolfa
 - 
Realizzazione informatica:
TAI S.a.s. di Marino Delfino e Paolo Ongaro