Lista
Lista
Lista
Lista
Lista
  • Bacheca dei siti suggeriti:
  • [Treccani]
  • [Wikipedia]
  • [GabinettoDisegniEStampeUffizi]
  • [BritishMuseum]
  • [Louvre]
  • [Prado]
  • [MetropolitanMuseum]
  • [VictoriaAlbertMuseum]
  • [Albertina]
  • [BibliotecaMediceaLaurenziana]
  • [BibliotecaApostolicaVaticana]
  • [InternetCulturale]
  • [KIT]
  • [SBNRL]
  • [SBNIT]
  • [Azalai]
  • [Incunabula]
  • [Edit16]
  • [Catalogo Italiano dei Periodici]
  • [ManusOnLine]
  • [Calcografica]
  • [ACRI]
  • [Gallica]
  • [Iconclass]
  • [Emporium]
  • [LombardiaBeniCulturali]
Risultati 1-1 su 1
Ritratti 36
OggettostampaAutoriLeloir, Andrew Best (litografo) [Info autore]derivazione da Bellangé, Hippolyte [Info autore]TitoloHUSAR.
(1809.)
Datazione1844 anteMateria e tecnicalitografiaMisuremm 256 x 164 (foglio)mm 201 x 126 (parte figurata)Editore/stampatoreJean Jacques Dubochet, Paris
Notizie storico-criticheGli Ussari, un corpo militare antico, forse di origine polacca, al tempo di Napoleone Bonaparte era un corpo d'éilite formato da ottimi cavalieri. La divisa, di grande ricchezza ed eleganza, prevedeva degli stivali tagliati in modo particolare, la sabretache pendente sul retro che permetteva di inserire dei documentie la spada leggermente curca di derivazione turca. Tipica la giacca portata su una sola spalla con i 18 alamari, così come la cintura a cordoncino intrecciato e lo shako, a volte sostituito da un secondo copricapo peloso. I diversi colori distinguevano i reggimenti.
Per una serie di sette stampe di militari ritratti a cavallo si veda Bellange, op.cit., 1844.

BibliografiaJ. L. H. Bellange, Collection des types de tous les corps et des uniformes militaires de la Republique et de l'empire, Paris 1844 Scheda descrittiva completa in [SBN_Nazionale]
Immagini correlate(La digitalizzazione potrebbe essere parziale o riferirsi solo all'oggetto grafico)
CollocazioneComune di MilanoCiviche Raccolte Storiche
AvvertenzeLe opere sono tutelate dal diritto d'autore (legge 22 aprile 1941, n. 633 e integrazioni).
L'utilizzo di immagini riproducenti opere di artisti viventi o morti da meno di 70 anni, quindi non ancora di Pubblico Dominio, esige l'autorizzazione dell'avente diritto o della SIAE, sezione OLAF, se quest'ultima lo rappresenta.
Per quanto concerne l'utilizzo delle immagini delle opere di proprietà di questo Istituto Civico, si invita a prendere visione e a compilare la richiesta di autorizzazione qui allegata e le condizioni d’uso, ai sensi del Regolamento per i Civici Istituti d'Arte, Scienza e Storia e, per quanto riguarda le tariffe, della delibera di G.C. n. 3175/2002.
[Allegato]
Ideazione concept Graficheincomune:
Benedetta Gallizia di Vergano, Michele Stolfa
 - 
Realizzazione informatica:
TAI S.a.s. di Marino Delfino e Paolo Ongaro