Lista
Lista
Lista
Lista
Lista
  • Bacheca dei siti suggeriti:
  • [Treccani]
  • [Wikipedia]
  • [GabinettoDisegniEStampeUffizi]
  • [BritishMuseum]
  • [Louvre]
  • [Prado]
  • [MetropolitanMuseum]
  • [VictoriaAlbertMuseum]
  • [Albertina]
  • [BibliotecaMediceaLaurenziana]
  • [BibliotecaApostolicaVaticana]
  • [InternetCulturale]
  • [KIT]
  • [SBNRL]
  • [SBNIT]
  • [Azalai]
  • [Incunabula]
  • [Edit16]
  • [Catalogo Italiano dei Periodici]
  • [ManusOnLine]
  • [Calcografica]
  • [ACRI]
  • [Gallica]
  • [Iconclass]
  • [Emporium]
  • [LombardiaBeniCulturali]
Risultati 1-1 su 1
O.F. serie 1, cartella 0059-0271
OggettodisegnoAutoriBertani, Carlo (ingegnere) [Info autore]Gianolini, Filippo (capomastro) [Info autore]TitoloMilano. Muro di cinta
(Apertura porta)
Datazione17/03/1840 (data di esecuzione/stesura)
18/03/1840 (data di protocollo n. 7176)
02/04/1840 (data di approvazione)
Materia e tecnicapenna, acquerellatura, colorituraMisuremm 190 x 268
Note sull'immagineIndirizzo coevo: Contrada di Santa Cristina, n. 2135
Indirizzo al 1865: Via Santa Cristina, n. 2
Indirizzo attuale: [demolito]
Località: Milano
Proprietà edificio / Committenza: Bianchi Paolo

Notizie storico-criticheProgetto relativo all'apertura di una portina nel muro di cinta di un orto di proprietà di Felice Viola, sito nei pressi di Porta Tenaglia. La petizione è inoltrata dall'affittuario di detta proprietà, ingegner Paolo Bianchi, che chiede di poter aprire detta portina "allo scopo di poter riattivare la negoziazione de' fiori" che prima era resa possibile in quanto la proprietà medesima si estendeva a quella attigua, "ora di ragione del Sig. Filippo Genolini" (vedi documento n. 59/270, protocollo n. 7176-18/03/1840). La Commissione approva. Si rileva che nel manuale di Milano numerizzato del 1854 il civico in questione risulta essere in Contrada di Santa Cristina e non in Borgo di Porta Comasina, come invece riportato sull'altro manuale e sugli Atti edilizi della Commissione. Dal confronto delle piante topogafiche risulta che detto civico era situato in una traversa di Borgo di Porta Comasina, che solo nella pianta del 1856 assume il nome di Contrada di Santa Cristina; probabilmente all'epoca della pratica in oggetto i civici situati in questa traversa erano accorpati a quelli di Borgo di Porta Comasina. Tale ipotesi viene avvalorata da Valentino de Carlo che, in Le strade di Milano, vol. 1, p. 602, relativamente all'attuale Via Solera Mantegazza, riporta che "era stato in precedenza il Borgo di Porta Comasina (per qualche tempo anche Borgo di S. Cristina, dal nome di una chiesa scomparsa)".
Firme di approvazione:
Casati, podestà, Croce, Besia Gaetano

Provenienza
Immagini correlate(La digitalizzazione potrebbe essere parziale o riferirsi solo all'oggetto grafico)
CollocazioneComune di MilanoArchivio Storico Civico e Biblioteca TrivulzianaFondo Ornato Fabbriche
AvvertenzePer ottenere la riproduzione delle immagini relative al patrimonio dell'Archivio Storico Civico e Biblioteca Trivulziana è possibile inviare una richiesta a: c.ascbibliotrivulziana@comune.milano.it
Nel caso in cui le immagini siano destinate alla pubblicazione, a stampa o in formato elettronico, è necessario che nella richiesta siano riportate anche le seguenti informazioni: formato della pubblicazione, titolo, autore, editore, prezzo al pubblico, ambito di distribuzione, carattere divulgativo o scientifico dell'iniziativa editoriale.
Queste informazioni, di cui il richiedente si assume la responsabilità, costituiranno gli elementi di giudizio ai fini del rilascio dell'autorizzazione da parte dell'Istituto e del calcolo degli eventuali diritti da corrispondere ai sensi della Delibera della Giunta Comunale 3175/2002.
Ideazione concept Graficheincomune:
Benedetta Gallizia di Vergano, Michele Stolfa
 - 
Realizzazione informatica:
TAI S.a.s. di Marino Delfino e Paolo Ongaro