Lista
Lista
Lista
Lista
Lista
  • Bacheca dei siti suggeriti:
  • [Treccani]
  • [Wikipedia]
  • [GabinettoDisegniEStampeUffizi]
  • [BritishMuseum]
  • [Louvre]
  • [Prado]
  • [MetropolitanMuseum]
  • [VictoriaAlbertMuseum]
  • [Albertina]
  • [BibliotecaMediceaLaurenziana]
  • [BibliotecaApostolicaVaticana]
  • [InternetCulturale]
  • [KIT]
  • [SBNRL]
  • [SBNIT]
  • [Azalai]
  • [Incunabula]
  • [Edit16]
  • [Catalogo Italiano dei Periodici]
  • [ManusOnLine]
  • [Calcografica]
  • [ACRI]
  • [Gallica]
  • [Iconclass]
  • [Emporium]
  • [LombardiaBeniCulturali]
Risultati 1-1 su 1
O.F. serie 1, cartella 0058-0119
OggettodisegnoAutoriCasati (ingegnere) [Info autore]Savoja, Pietro (capomastro) [Info autore]Romano, Luigi (capomastro) [Info autore]Rogora, Fedele (capomastro) [Info autore]TitoloMilano. Edificio abitativo
(Ristrutturazione facciate e parziale innalzamento)
Datazione04/09/1837 (data di protocollo n. 25242)
14/09/1837 (data di approvazione)
Materia e tecnicapenna, acquerellatura, colorituraMisuremm 259 x 452
Note sull'immagineIndirizzo coevo: Strada di San Damiano, n. 295
Indirizzo al 1865: Via San Damiano, n. 18
Indirizzo attuale: Via Visconti di Modrone Uberto
Località: Milano
Proprietà edificio / Committenza: Ballerio Giovanni Battista

Notizie storico-criticheProgetto relativo alla ristrutturazione di un edificio di proprietà del richiedente, sito all'angolo tra la Strada di San Damiano e lo Stradone della Passione. Nella relativa petizione si chiede di poter innalzare la porzione centrale dell'edificio, al di sopra di una preesistente terrazza, di ristrutturare la facciata e di realizzare alcuni lavori interni (vedi documento n. 58/118, protocollo n. 25242-04/09/1837). La Commissione approva a patto che i muri "siano portati alla grossezza stabilita dai regolamenti edilizi e condotti in linea retta tra le due estremità senza occupare area stradale (vedi documento n 58/117). Due mesi più tardi Ballerio inoltra una seconda petizione per avvertire la Commissione che "per imprevvedute circostanze" deve variare il progetto e chiedendo la restituzione dei disegni precedenti, si impegna a fornirne di nuovi (vedi documento n. 58/112, protocollo n. 33229-23/11/1837); con formale dichiarazione poi, afferma di sospendere momentaneamente i lavori sulla fronte dell'edificio e di eseguire quelli sulla facciata verso lo Stradone della Passione secondo il nuovo progetto presentato, considerandolo vincolante anche in vista di una futura ripresa dei lavori ora sospesi nella facciata verso il Naviglio. Ma in seguito a successive ispezioni la Commissione rileva che detti impegni non sono stati rispettati e che il propretario Bellerio, insieme al nuovo capomastro Luigi Romano (vedi documento n. 58/116, protocollo n. 28425-05/10/1837) è da considerarsi in contravvenzione (vedi documenti nn. 58/93, 58/94, 58/111 e 58/123, protocollo n. 35452-17/12/1837). La Commissione giungerà a sospendere i lavori che il Bellerio aveva intrapreso proprio nella facciata sul Naviglio, senza aver chiesto alcun tipo di licenza (vedi documento n. 58/91, protocollo n. 6520-13/03/1838) e a multare, oltre al proprietario dell'edificio, anche il nuovo capomastro Fedele Rogora che, per un breve periodo, viene anche sospeso dalla sua attività (vedi documenti nn. 58/87, protocollo n. 4786-20/02/1838 e 58/106, protocollo n. 10638-13/04/1838). Vedi disegni n. 0058/0001/0047 e 0058/0001/0048. Riferimenti ad ulteriori sviluppi relativi a questa pratica sono stati trovati in altra cartella del Fondo (vedi disegno n. 0057/0001/0040 e relativi documenti).
Firme di approvazione:
Durini, podestà, Croce, Durelli

Provenienza
CollocazioneComune di MilanoArchivio Storico Civico e Biblioteca TrivulzianaFondo Ornato Fabbriche
AvvertenzePer ottenere la riproduzione delle immagini relative al patrimonio dell'Archivio Storico Civico e Biblioteca Trivulziana è possibile inviare una richiesta a: c.ascbibliotrivulziana@comune.milano.it
Nel caso in cui le immagini siano destinate alla pubblicazione, a stampa o in formato elettronico, è necessario che nella richiesta siano riportate anche le seguenti informazioni: formato della pubblicazione, titolo, autore, editore, prezzo al pubblico, ambito di distribuzione, carattere divulgativo o scientifico dell'iniziativa editoriale.
Queste informazioni, di cui il richiedente si assume la responsabilità, costituiranno gli elementi di giudizio ai fini del rilascio dell'autorizzazione da parte dell'Istituto e del calcolo degli eventuali diritti da corrispondere ai sensi della Delibera della Giunta Comunale 3175/2002.
Ideazione concept Graficheincomune:
Benedetta Gallizia di Vergano, Michele Stolfa
 - 
Realizzazione informatica:
TAI S.a.s. di Marino Delfino e Paolo Ongaro