Lista
Lista
Lista
Lista
  • Bacheca dei siti suggeriti:
  • [Treccani]
  • [Wikipedia]
  • [GabinettoDisegniEStampeUffizi]
  • [BritishMuseum]
  • [Louvre]
  • [Prado]
  • [MetropolitanMuseum]
  • [VictoriaAlbertMuseum]
  • [Albertina]
  • [BibliotecaMediceaLaurenziana]
  • [BibliotecaApostolicaVaticana]
  • [InternetCulturale]
  • [KIT]
  • [SBNRL]
  • [SBNIT]
  • [Azalai]
  • [Incunabula]
  • [Edit16]
  • [Catalogo Italiano dei Periodici]
  • [ManusOnLine]
  • [Calcografica]
  • [ACRI]
  • [Gallica]
  • [Iconclass]
  • [Emporium]
  • [LombardiaBeniCulturali]
Risultati 1-1 su 1
O.F. serie 1, cartella 0050-0571rr
OggettodisegnoAutoriAmati, P. (architetto) [Info autore]Gaja, Carlo (capomastro) [Info autore]TitoloMilano. Edificio abitativo (Innalzamento edificio)Datazione22/09/1826 (data di protocollo n. 14894)Materia e tecnicapenna, acquerellatura, colorituraMisuremm 320 x 235
Note sull'immagineIndirizzo coevo: Ponte di Sant'Andrea, n. 803
Indirizzo al 1865: Via Sant'Andrea, n. 23
Indirizzo attuale: Via Sant'Andrea
Località: Milano
Proprietà edificio / Committenza: Branca Paolo

Notizie storico-criticheProgetto relativo all'ampliamento e parziale innalzamento di un edificio di proprietà del richiedente, il ragionier Paolo Branca, ubicato sull'angolo fra la Contrada di Sant'Andrea, n. 803 e la Contrada della Spiga e confinante con la proprietà del marchese Francesco Olevano Confalonieri, in Contrada della Spiga n. 1390. Il piano terreno dell'edificio prospiciente Contrada della Spiga è di proprietà Olevano, mentre i piani superiori sono di ragione Branca, questa situazione determina una lunga diatriba fra le parti, che si trascinerà per alcuni anni. Infatti per ottenere la concessione all'innalzamento richiesto, Branca deve aumentare lo spessore del muro del piano terreno e delle fondamenta per renderli idonei a sostenere la nuova costruzione superiore, a questo vincolo della Commissione Ornato si oppone con numerosi cavilli Olevano Confalonieri in quanto le opere di muratura interesserebbero la sua proprietà (si vedano i documenti nn. 50/545, protocollo n. 7516-22/05/1827; 50/532, protocollo n. 8154-03/06/1827; 50/534, protocollo n. 5313-11/03/1828; 50/524, protocollo n. 6070-20/03/1828; 50/522, protocollo n. 6515-26/03/1828; 50/511, datato 05/04/1828; 50/509, protocollo n. 8180-17/04/1828). Appartengono a questa pratica anche alcuni progetti relativi a una richiesta di innalzamento nell'edificio di proprietà di Francesco Olevano Confalonieri, confinante con la casa di Paolo Branca (documenti nn. 50/578, protocollo n. 15708-07/10/1826; 50/535, protocollo n. 4763-05/04/1827; e i relativi disegni nn. 0050/0001/0567 e 0572; 0050/0001/0566, 0568 e 0573). La data che si legge sul verso del disegno "7 ottobre 1826" è riferita al primo incontro di conciliazione fra le parti, durante il quale i presenti disegni erano stati utilizzati per tentare di giungere ad un accordo (si veda il documento n. 50/584, protocollo n. 15681-07/10/1826). Il disegno non presenta firme di approvazione in quanto, a causa della mancata conciliazione fra le parti, fu necessario ricorrere al Tribunale che emise una sentenza favorevole a Branca.
Si vedano anche i disegni nn. 0050/0001/0569; 0050/0001/0569v; 0050/0001/0570; 0050/0001/0570v; 0050/0001/0571v.

Provenienza
Immagini correlate(La digitalizzazione potrebbe essere parziale o riferirsi solo all'oggetto grafico)
CollocazioneComune di MilanoArchivio Storico Civico e Biblioteca TrivulzianaFondo Ornato Fabbriche
AvvertenzePer ottenere la riproduzione delle immagini relative al patrimonio dell'Archivio Storico Civico e Biblioteca Trivulziana è possibile inviare una richiesta a: c.ascbibliotrivulziana@comune.milano.it
Nel caso in cui le immagini siano destinate alla pubblicazione, a stampa o in formato elettronico, è necessario che nella richiesta siano riportate anche le seguenti informazioni: formato della pubblicazione, titolo, autore, editore, prezzo al pubblico, ambito di distribuzione, carattere divulgativo o scientifico dell'iniziativa editoriale.
Queste informazioni, di cui il richiedente si assume la responsabilità, costituiranno gli elementi di giudizio ai fini del rilascio dell'autorizzazione da parte dell'Istituto e del calcolo degli eventuali diritti da corrispondere ai sensi della Delibera della Giunta Comunale 3175/2002.
Ideazione concept Graficheincomune:
Benedetta Gallizia di Vergano, Michele Stolfa
 - 
Realizzazione informatica:
TAI S.a.s. di Marino Delfino e Paolo Ongaro