Lista
Lista
Lista
Lista
Lista
  • Bacheca dei siti suggeriti:
  • [Treccani]
  • [Wikipedia]
  • [GabinettoDisegniEStampeUffizi]
  • [BritishMuseum]
  • [Louvre]
  • [Prado]
  • [MetropolitanMuseum]
  • [VictoriaAlbertMuseum]
  • [Albertina]
  • [BibliotecaMediceaLaurenziana]
  • [BibliotecaApostolicaVaticana]
  • [InternetCulturale]
  • [KIT]
  • [SBNRL]
  • [SBNIT]
  • [Azalai]
  • [Incunabula]
  • [Edit16]
  • [Catalogo Italiano dei Periodici]
  • [ManusOnLine]
  • [Calcografica]
  • [ACRI]
  • [Gallica]
  • [Iconclass]
  • [Emporium]
  • [LombardiaBeniCulturali]
Risultati 1-1 su 1
O.F. serie 1, cartella 0050-0433
OggettodisegnoAutoriBornaghi, Giovanni (ingegnere) [Info autore]Bonetti, Giuseppe (capomastro) [Info autore]TitoloMilano. Edificio abitativo
(Innalzamento edificio, Ristrutturazione facciata)
Datazione03/10/1828 (data di esecuzione/stesura)
04/12/1828 (data di approvazione)
04/12/1828 (data di protocollo n. 25259)
Materia e tecnicapennaMisuremm 380 x 260
Note sull'immagineIndirizzo coevo: Borgo di Porta Vigentina, n. 4466
Indirizzo al 1865: Via di Porta Vigentina, n. 20
Indirizzo attuale: Corso di Porta Vigentina
Località: Milano
Proprietà edificio / Committenza: Bornaghi Giovanni, ingegnere

Notizie storico-criticheProgetto di innalzamento e di ristrutturazione della facciata dell'edificio di proprietà del richiedente, ubicato sull'angolo fra il Borgo di Porta Vigentina e la Strada di Quadronno, confinante con la casa del signor Camillo Fontana. La prima petizione (documento n. 50/473, protocollo n. 21022-04/10/1828) con la descrizione dei lavori previsti viene bocciata dalla Commissione relativamente ai due interventi principali: l'innalzamento della facciata e la sostituzione dei balconi del primo piano di forma irregolare con altri di forma quadrangolare; la Commissione dichiara che i muri di perimetro non hanno lo spessore sufficiente per garantire la solidità della costruzione dopo l'innalzamento, mentre i due balconi non hanno la distanza sufficiente dal piano della strada. Il proprietario invia quindi alla Commissione Ornato una seconda petizione (documento n. 50/436-protocollo n. 21858-15/10/1828), alla quale fa seguito un sopralluogo e una relazione di Francesco Rovaglia, ingegnere municipale (documento n. 50/435, protocollo n. 22997-31/10/1828), nella quale si ribadiscono le precedenti osservazioni della Commissione: le due richieste non coincidono con le disposizioni dei regolamenti municipali, circa i quali sarebbe necessaria una deroga per poter approvare il progetto presentato. Segue un reclamo del proprietario Giovanni Bornaghi (documento n. 50/430, datato 29/11/1828) unito alla dichiarazione di solidità dell'edificio firmata dall'architetto Gaetano Faroni e dal capomastro Giuseppe Bonetti, a sostegno della possibilità di innalzamento richiesta (documento n. 50/431, datato 28/11/1828). La diatriba si conclude con la concessione, da parte della Commissione Ornato, dell'innalzamento dell'edificio, ma la proibizione della sostituzione dei balconi (documento n. 50/441-protocollo n. 25259-02/12/1828)
Il numero di protocollo riportato sul disegno con l'indicazione dell'approvazione è diverso rispetto a quello indicato sulla relativa pratica, ma si tratta probabilmente di un refuso: n. 25229 dul progetto, n. 25259 sulla pratica.
Firme di approvazione:
Durini, podestà, Landriani Paolo

Provenienza
CollocazioneComune di MilanoArchivio Storico Civico e Biblioteca TrivulzianaFondo Ornato Fabbriche
AvvertenzePer ottenere la riproduzione delle immagini relative al patrimonio dell'Archivio Storico Civico e Biblioteca Trivulziana è possibile inviare una richiesta a: c.ascbibliotrivulziana@comune.milano.it
Nel caso in cui le immagini siano destinate alla pubblicazione, a stampa o in formato elettronico, è necessario che nella richiesta siano riportate anche le seguenti informazioni: formato della pubblicazione, titolo, autore, editore, prezzo al pubblico, ambito di distribuzione, carattere divulgativo o scientifico dell'iniziativa editoriale.
Queste informazioni, di cui il richiedente si assume la responsabilità, costituiranno gli elementi di giudizio ai fini del rilascio dell'autorizzazione da parte dell'Istituto e del calcolo degli eventuali diritti da corrispondere ai sensi della Delibera della Giunta Comunale 3175/2002.
Ideazione concept Graficheincomune:
Benedetta Gallizia di Vergano, Michele Stolfa
 - 
Realizzazione informatica:
TAI S.a.s. di Marino Delfino e Paolo Ongaro