Lista
Lista
Lista
Lista
Lista
  • Bacheca dei siti suggeriti:
  • [Treccani]
  • [Wikipedia]
  • [GabinettoDisegniEStampeUffizi]
  • [BritishMuseum]
  • [Louvre]
  • [Prado]
  • [MetropolitanMuseum]
  • [VictoriaAlbertMuseum]
  • [Albertina]
  • [BibliotecaMediceaLaurenziana]
  • [BibliotecaApostolicaVaticana]
  • [InternetCulturale]
  • [KIT]
  • [SBNRL]
  • [SBNIT]
  • [Azalai]
  • [Incunabula]
  • [Edit16]
  • [Catalogo Italiano dei Periodici]
  • [ManusOnLine]
  • [Calcografica]
  • [ACRI]
  • [Gallica]
  • [Iconclass]
  • [Emporium]
  • [LombardiaBeniCulturali]
Risultati 1-1 su 1
O.F. serie 1, cartella 0048-0351
OggettodisegnoAutoriPollack, Giuseppe (architetto) [Info autore]Romano, Francesco (capomastro) [Info autore]Conti, Giovanni (capomastro) [Info autore]Perucchetti [Info autore]TitoloMilano. Edificio abitativo
(Parziale innalzamento)
Datazione28/06/1813 - 30/10/1824 ca. (data di esecuzione/stesura)
30/06/1813 (data di protocollo n. 11748)
08/07/1813 ca. - 31/10/1824 ca. (data di approvazione)
01/10/1817 ca. (data di protocollo n. 13630)
12/10/1820 ca. (data di protocollo n. 12123)
31/10/1824 ca. (data di protocollo n. 16773)
Materia e tecnicapenna, acquerellatura, colorituraMisuremm 410 x 266
Note sull'immagineIndirizzo coevo: Contrada dei Bergamini, n. 4817
Indirizzo al 1865: Via Bergamini, n. 13
Indirizzo attuale: Via Bergamini
Località: Milano
Proprietà edificio / Committenza: Biffi Antonio

Notizie storico-criticheQuesto disegno viene presentato una prima volta alla Commissione Ornato in data 28/06/1813 con la richiesta di parziale innalzamento dell'edificio e di spostamento di alcune finestre (documento n. 48/350, protocollo n. 11748-30/06/1813); la petizione è firmata dal capomastro Francesco Romano, in nome del proprietario Antonio Biffi. Nel 1817 lo stesso disegno viene presentato unitamente alla richiesta "di poter a basare al piano della strada il parapetto della pertura marcata colla lettera .A." (documento n. 48/348, protocollo n. 13630-01/10/1817), lavori autorizzati dalla Commissione Ornato in data 02/10/1817; in questa occasione viene nominato quale capomastro Giovanni Conti. Qualche anno più tardi, nel 1820, Antonio Biffi presenta alla Commissione Ornato una richiesta di autorizzazione per eseguire i già concessi lavori di ampliamento della portina fronte strada (documento n. 48/347, protocollo n. 12123-12/10/1820), facendo riferimento alle precedenti ottenute approvazioni. Infine il 30/10/1824, con una nuova petizione, il proprietario chiede ed ottiene una nuova licenza per eseguire i lavori di parziale innalzamento e di ristrutturazione della facciata concessi undici anni prima (documento n. 48/346, protocollo n. 16773-31/10/1824); in questo ultimo documento viene citato quale capomastro Giacinto Perucchetti.
Firme di approvazione:
Durini, podestà, podestà, Croce, Cagnola

Documentazione correlataFondo Pollack, archivio CASVA [LombardiaBeniCulturali]
Provenienza
Immagini correlate(La digitalizzazione potrebbe essere parziale o riferirsi solo all'oggetto grafico)
CollocazioneComune di MilanoArchivio Storico Civico e Biblioteca TrivulzianaFondo Ornato Fabbriche
AvvertenzePer ottenere la riproduzione delle immagini relative al patrimonio dell'Archivio Storico Civico e Biblioteca Trivulziana è possibile inviare una richiesta a: c.ascbibliotrivulziana@comune.milano.it
Nel caso in cui le immagini siano destinate alla pubblicazione, a stampa o in formato elettronico, è necessario che nella richiesta siano riportate anche le seguenti informazioni: formato della pubblicazione, titolo, autore, editore, prezzo al pubblico, ambito di distribuzione, carattere divulgativo o scientifico dell'iniziativa editoriale.
Queste informazioni, di cui il richiedente si assume la responsabilità, costituiranno gli elementi di giudizio ai fini del rilascio dell'autorizzazione da parte dell'Istituto e del calcolo degli eventuali diritti da corrispondere ai sensi della Delibera della Giunta Comunale 3175/2002.
Ideazione concept Graficheincomune:
Benedetta Gallizia di Vergano, Michele Stolfa
 - 
Realizzazione informatica:
TAI S.a.s. di Marino Delfino e Paolo Ongaro