Lista
Lista
Lista
Lista
Lista
  • Bacheca dei siti suggeriti:
  • [Treccani]
  • [Wikipedia]
  • [GabinettoDisegniEStampeUffizi]
  • [BritishMuseum]
  • [Louvre]
  • [Prado]
  • [MetropolitanMuseum]
  • [VictoriaAlbertMuseum]
  • [Albertina]
  • [BibliotecaMediceaLaurenziana]
  • [BibliotecaApostolicaVaticana]
  • [InternetCulturale]
  • [KIT]
  • [SBNRL]
  • [SBNIT]
  • [Azalai]
  • [Incunabula]
  • [Edit16]
  • [Catalogo Italiano dei Periodici]
  • [ManusOnLine]
  • [Calcografica]
  • [ACRI]
  • [Gallica]
  • [Iconclass]
  • [Emporium]
  • [LombardiaBeniCulturali]
Risultati 1-1 su 1
Cart. 495, pl. X.12
OggettodisegnoAutoreMausanzetta (disegnatore) [Info autore]TitoloAdolfo TettoniDatazione1917 (datata/o)Materia e tecnicamatita, china/pastello su cartaMisuremm 300 x 229
Notizie storico-criticheAdolfo Tettoni (1853-1922) divenuto sottotenente d'artiglieria nel 1873, partecipò alla Campagna d'Eritrea (1895-96). Nominato colonello nel 1903, comandò il Reggimento d'Artiglieria da Montagna e nel 1909 l'artiglieria da Costa da Fortezza della piazza di Roma. Nel 1910 ottenne la carica di Ispettore dell'Artiglieria.
Nel 1911 passò all'artiglieria da campagna a Firenze e poi al Corpo d'Occupazione in Libia. Nel 1913 comandò la Divisione Militare di Padova e in seguito venne trasferito alla Direzione dei Servizi Logistici Amministrativi del Ministero col grado di Tenente Generale. Durante la Grande Guerra ebbe il comando del 7° e del 18° Corpo d'Armata e si guadagnò una Medaglia d'Argento. Fu coinvolto nella diserzione della Brigata "Catanzaro" avvenuta la notte del 17 luglio 1917 a Santa Maria La Longa. Dopo la ritirata di Caporetto si portò sul Grappa. Nel 1918 venne collocato nella riserva, ma fu richiamato in servizio per breve tempo quale Ispettore Generale degli Effettivi dell'Esercito. Morì a Roma nel 1922.

ProvenienzaNoseda Cesare (dono)
Immagini correlate(La digitalizzazione potrebbe essere parziale o riferirsi solo all'oggetto grafico)
CollocazioneComune di MilanoCiviche Raccolte Storiche
AvvertenzeLe opere sono tutelate dal diritto d'autore (legge 22 aprile 1941, n. 633 e integrazioni).
L'utilizzo di immagini riproducenti opere di artisti viventi o morti da meno di 70 anni, quindi non ancora di Pubblico Dominio, esige l'autorizzazione dell'avente diritto o della SIAE, sezione OLAF, se quest'ultima lo rappresenta.
Per quanto concerne l'utilizzo delle immagini delle opere di proprietà di questo Istituto Civico, si invita a prendere visione e a compilare la richiesta di autorizzazione qui allegata e le condizioni d’uso, ai sensi del Regolamento per i Civici Istituti d'Arte, Scienza e Storia e, per quanto riguarda le tariffe, della delibera di G.C. n. 3175/2002.
[Allegato]
Ideazione concept Graficheincomune:
Benedetta Gallizia di Vergano, Michele Stolfa
 - 
Realizzazione informatica:
TAI S.a.s. di Marino Delfino e Paolo Ongaro