Lista
Lista
Lista
Lista
Lista
  • Bacheca dei siti suggeriti:
  • [Treccani]
  • [Wikipedia]
  • [GabinettoDisegniEStampeUffizi]
  • [BritishMuseum]
  • [Louvre]
  • [Prado]
  • [MetropolitanMuseum]
  • [VictoriaAlbertMuseum]
  • [Albertina]
  • [BibliotecaMediceaLaurenziana]
  • [BibliotecaApostolicaVaticana]
  • [InternetCulturale]
  • [KIT]
  • [SBNRL]
  • [SBNIT]
  • [Azalai]
  • [Incunabula]
  • [Edit16]
  • [Catalogo Italiano dei Periodici]
  • [ManusOnLine]
  • [Calcografica]
  • [ACRI]
  • [Gallica]
  • [Iconclass]
  • [Emporium]
  • [LombardiaBeniCulturali]
Risultati 1-1 su 1
BALD.II.A.5a
OggettodisegnoAutoreBaldessari, Luciano (progettista) [Info autore] [Allegato]TitoloComplesso industriale Italcima, MilanoDatazione1932 - 1939Materia e tecnicachina, temperaMisurecm 15,6 x 20,9
Note sull'immagineFabbrica di cioccolato di Cipelli & Levi.
Notizie storico-criticheIl critico d'arte Lamberto Vitali suggerisce ad Achille Levi, proprietario della fabbrica di cioccolato Italcima, il nome di Luciano Baldessari, insieme a quello del più anziano e affermato Gio Ponti, per la costruzione di uno stabilimento con uffici da realizzare alla Bovisa, nella periferia settentrionale di Milano. La collaborazione fra i due architetti, come dimostra la corrispondenza conservata al Politecnico di Milano, non è facile, tanto che progressivamente avviene una spartizione di compiti (Ponti cede a Baldessari la responsabilità del progetto edilizio, mantenendo personalmente i contatti con il committente).
Il progetto si articola in tre volumi longitudinali paralleli fra loro, adibiti rispettivamente a uffici (al piano terra) e abitazione privata del proprietario (al primo piano); portineria e stabilimento propriamente detto. Un ulteriore corpo di fabbrica a pianta trapezoidale è destinato a magazzino e garage. Anche in questo edificio, come nel contemporaneo progetto per la De Angeli Frua e in quello per la Città cinematografica, Baldessari fa proprio il linguaggio razionalista ricorrendo a volumi squadrati, finestre a nastro, brise - soleil. Gli uffici sono organizzati secondo il modello dell'"open space".
Il progetto viene esposto alla V Triennale di Milano (1933).

Documentazione correlataBALD.II.A.5a Scheda descrittiva completa in [LombardiaBeniCulturali]
BibliografiaLuciano Baldessari e Milano: progetti e realizzazioni in Lombardia, a cura di G. L. Ciagà, Milano 2005, pp. 76-77 Scheda descrittiva completa in [SBN_Nazionale] [Allegato]
ProvenienzaMosca Baldessari (acquisto, 2002)
Immagini correlate(La digitalizzazione potrebbe essere parziale o riferirsi solo all'oggetto grafico)
CollocazioneComune di MilanoCASVA
AvvertenzeLe opere sono tutelate dal diritto d'autore (legge 22 aprile 1941, n. 633 e integrazioni).
L'utilizzo di immagini riproducenti opere di artisti viventi o morti da meno di 70 anni, quindi non ancora di Pubblico Dominio, esige l'autorizzazione dell'avente diritto o della SIAE, sezione OLAF, se quest'ultima lo rappresenta.
Per quanto concerne l'utilizzo delle immagini delle opere di proprietà di questo Istituto Civico, si invita a prendere visione e a compilare la richiesta di autorizzazione qui allegata e le condizioni d’uso, ai sensi del Regolamento per i Civici Istituti d'Arte, Scienza e Storia e, per quanto riguarda le tariffe, della delibera di G.C. n. 3175/2002.
[Allegato]
Ideazione concept Graficheincomune:
Benedetta Gallizia di Vergano, Michele Stolfa
 - 
Realizzazione informatica:
TAI S.a.s. di Marino Delfino e Paolo Ongaro