Lista
Lista
Lista
Lista
Lista
  • Bacheca dei siti suggeriti:
  • [Treccani]
  • [Wikipedia]
  • [GabinettoDisegniEStampeUffizi]
  • [BritishMuseum]
  • [Louvre]
  • [Prado]
  • [MetropolitanMuseum]
  • [VictoriaAlbertMuseum]
  • [Albertina]
  • [BibliotecaMediceaLaurenziana]
  • [BibliotecaApostolicaVaticana]
  • [InternetCulturale]
  • [KIT]
  • [SBNRL]
  • [SBNIT]
  • [Azalai]
  • [Incunabula]
  • [Edit16]
  • [Catalogo Italiano dei Periodici]
  • [ManusOnLine]
  • [Calcografica]
  • [ACRI]
  • [Gallica]
  • [Iconclass]
  • [Emporium]
  • [LombardiaBeniCulturali]
Risultati 1-1 su 1
Archivio della guerra ALBO23 TAV.19
OggettodisegnoAutoreLombardi, Ambrogio (disegnatore) [Info autore] [Allegato]TitoloReggimento TrevisoDatazione1918 ca. (attività autore)Materia e tecnicacarta, matitaMisuremm 215 x 135 (parte figurata)
Notizie storico-criticheIl soldato appartiene al Reggimento Cavalleggeri di Treviso (28°) che fu costituito a Firenze il 1° ottobre 1909 su cinque squadroni forniti rispettivamente dal 3° Squadrone dei Reggimenti "Saluzzo", "Alessandria", "Lucca", "Caserta", "Catania". Durante la guerra 1915 - 18 formò la 734° Compagnia Mitraglieri. Il 21 novembre 1919 fu disciolto ed incorporato nei "Cavalleggeri di Alessandria". Lo stendardo è ora custodito nel Sacrario del Vittoriano, in Roma. Partecipò a diverse campagne di guerra: nel 1911 - 12 durante la guerra italo-turca fornì ad alcuni Corpi e servizi mobilitati, 7 ufficiali e 295 gregari; 1915 - 18: 1916, Monfalcone, Selz; 1918, Vittorio Veneto, Ponte della Priula, Pordenone, Tagliamento, San Giorgio della Richivenda, Carpeneto.
BibliografiaN. Papafava, La cavalleria italiana nella guerra 1915-18 : rielaborazione delle letture tenute nelle adunanze dell'Accademia patavina di scienze lettere ed arti del 15 maggio 1955 e del 19 febbraio 1956, Padova 1958
ProvenienzaLombardi Ambrogio (dono, 4 maggio 1927)
CollocazioneComune di MilanoCiviche Raccolte Storiche
AvvertenzeLe opere sono tutelate dal diritto d'autore (legge 22 aprile 1941, n. 633 e integrazioni).
L'utilizzo di immagini riproducenti opere di artisti viventi o morti da meno di 70 anni, quindi non ancora di Pubblico Dominio, esige l'autorizzazione dell'avente diritto o della SIAE, sezione OLAF, se quest'ultima lo rappresenta.
Per quanto concerne l'utilizzo delle immagini delle opere di proprietà di questo Istituto Civico, si invita a prendere visione e a compilare la richiesta di autorizzazione qui allegata e le condizioni d’uso, ai sensi del Regolamento per i Civici Istituti d'Arte, Scienza e Storia e, per quanto riguarda le tariffe, della delibera di G.C. n. 3175/2002.
[Allegato]
Ideazione concept Graficheincomune:
Benedetta Gallizia di Vergano, Michele Stolfa
 - 
Realizzazione informatica:
TAI S.a.s. di Marino Delfino e Paolo Ongaro