Lista
Lista
Lista
Lista
Lista
  • Bacheca dei siti suggeriti:
  • [Treccani]
  • [Wikipedia]
  • [GabinettoDisegniEStampeUffizi]
  • [BritishMuseum]
  • [Louvre]
  • [Prado]
  • [MetropolitanMuseum]
  • [VictoriaAlbertMuseum]
  • [Albertina]
  • [BibliotecaMediceaLaurenziana]
  • [BibliotecaApostolicaVaticana]
  • [InternetCulturale]
  • [KIT]
  • [SBNRL]
  • [SBNIT]
  • [Azalai]
  • [Incunabula]
  • [Edit16]
  • [Catalogo Italiano dei Periodici]
  • [ManusOnLine]
  • [Calcografica]
  • [ACRI]
  • [Gallica]
  • [Iconclass]
  • [Emporium]
  • [LombardiaBeniCulturali]
Risultati 1-1 su 1
AU_6337 B 2323_K01
OggettodisegnoAutoreSartorio, Giulio Aristide [Info autore]SoggettoStudio di nudo maschileDatazione1908 ca. - 1912 ca. (analisi stilistica)Materia e tecnicacarta, carboncino, tempera, gesso biancoMisuremm 293 x 236
Notizie storico-criticheAbilissimo disegnatore e brillante colorista, nei suoi nudi Giulio Aristide Sartorio tradisce chiaramente lo studio dei modelli michelangioleschi ripresi secondo le regole del classicismo italiano, ma con una monumentalità e un'idealizzazione che proviene dai contatti con la cultura contemporanea d'oltralpe e in particolar modo con l'ambiente viennese e monacense.
Il disegno eseguito dall'artista romano e posseduto da Vittore Grubicy, venne donato nel 1920 alle raccolte pubbliche. Ricorda le nude figure realizzate da Sartorio nel Fregio decorativo del Lazio e nel Fregio del Parlamento, e in particolar modo rimanda alle pose scultoree dei cariatidi presenti in tali cicli. Nel disegno i tratti paralleli realizzati in carboncino creano sfumature di ombre che seguono l'andamento del corpo e, sovrapponendosi tra di loro, producono un chiaroscuro che si contrappone alle leggere lumeggiature date a gessetto bianco.

ProvenienzaGrubicy de Dragon, Vittore (donazione, 1920)
CollocazioneComune di MilanoGabinetto dei DisegniGalleria d'Arte Moderna, Milano
AvvertenzeLe informazioni contenute nella presente scheda hanno valore di pubblicazione, pertanto in caso di citazione in pubblicazioni e/o tesi universitarie, dovrà essere riportata la seguente voce:
http://www.comune.milano.it/graficheincomune, Civico Gabinetto dei Disegni del Castello Sforzesco di Milano, inv. 6337 B 2323, scheda di Mascellino, Bruno 2017; Bergamo, Lucia 2018.
Le opere sono tutelate dal diritto d'autore (legge 22 aprile 1941, n. 633 e integrazioni).
L'utilizzo di immagini riproducenti opere di artisti viventi o morti da meno di 70 anni, quindi non ancora di Pubblico Dominio, esige l'autorizzazione dell'avente diritto o della SIAE, sezione OLAF, se quest'ultima lo rappresenta.
Per quanto concerne l'utilizzo delle immagini delle opere di proprietà di questo Istituto Civico, si invita a prendere visione e a compilare la richiesta di autorizzazione qui allegata e le condizioni d’uso, ai sensi del Regolamento per i Civici Istituti d'Arte, Scienza e Storia e, per quanto riguarda le tariffe, della delibera di G.C. n. 3175/2002.
[Allegato]
Ideazione concept Graficheincomune:
Benedetta Gallizia di Vergano, Michele Stolfa
 - 
Realizzazione informatica:
TAI S.a.s. di Marino Delfino e Paolo Ongaro