Lista
Lista
Lista
Lista
Lista
  • Bacheca dei siti suggeriti:
  • [Treccani]
  • [Wikipedia]
  • [GabinettoDisegniEStampeUffizi]
  • [BritishMuseum]
  • [Louvre]
  • [Prado]
  • [MetropolitanMuseum]
  • [VictoriaAlbertMuseum]
  • [Albertina]
  • [BibliotecaMediceaLaurenziana]
  • [BibliotecaApostolicaVaticana]
  • [InternetCulturale]
  • [KIT]
  • [SBNRL]
  • [SBNIT]
  • [Azalai]
  • [Incunabula]
  • [Edit16]
  • [Catalogo Italiano dei Periodici]
  • [ManusOnLine]
  • [Calcografica]
  • [ACRI]
  • [Gallica]
  • [Iconclass]
  • [Emporium]
  • [LombardiaBeniCulturali]
Risultati 1-1 su 1
AU_410 E 8_K01
OggettodisegnoAutoreBevilacqua, Alberto [Info autore]TitoloGroviglioDatazione1933 ante (contesto)Materia e tecnicacarta, inchiostro di china, carboncino, biaccaMisuremm 655 x 490
Notizie storico-criticheDi origine e formazione siciliana, l’artista entra ben presto a far parte della cerchia artistico-culturale che caratterizza la società degli anni Venti aderendo, insieme a Vittorio Corona e a Pippo Rizzo, al Futurismo isolano. Spostandosi, in seguito, da Milano a Torino e, infine, a Roma, si avvicina alle maggiori correnti artistiche sviluppatesi nella prima metà del Novecento: dalla Metafisica al Cubismo, dal Surrealismo ai dettami del Gruppo Origine. Così come negli stili, l’artista presenterà anche nei soggetti scelti un gusto eclettico. Nell’opera su carta del Civico Gabinetto di Disegni del Castello Sforzesco sono rappresentati, in primissimo piano, un gruppo di calciatori racchiusi in un serrato schema piramidale. Il culmine dell’azione esplode nella figura del portiere, punto apicale della composizione, che allontana il pallone dalla porta. Il pittore, sempre attento al dato reale, descrive con particolare attenzione e minuzia l’abbigliamento e le pose dei giocatori. La robusta fisicità dei protagonisti rende lecito un paragone con due tele dell’artista: "Un elegante", opera esposta nel 1929 a Palermo in occasione della Mostra Regionale del Sindacato (cfr. Dedalo 1929/1930, p. 693), e "Caporale", opera presentata nel 1934 in occasione della XIX Biennale di Venezia (cfr. La diciannovesima Biennale. Il ritratto ottocentesco e l’arte nostra contemporanea, in "Emporium" 1934, p. 362). Nei quadri in questione, infatti, pur con le evidenti differenze di resa tra pittura e disegno, si nota lo stessa maniera di tratteggiare e costruire i corpi, caratterizzati da un’energica plasticità. Il foglio, di grandi dimensioni, è realizzato con inchiostro nero e carboncino su carta ruvida e sembra presentare una tenue acquerellatura grigiastra su tutta la superficie.
ProvenienzaGalleria del Milione (acquisto, 1933)
CollocazioneComune di MilanoGabinetto dei DisegniGalleria d'Arte Moderna, Milano
AvvertenzeLe informazioni contenute nella presente scheda hanno valore di pubblicazione, pertanto in caso di citazione in pubblicazioni e/o tesi universitarie, dovrà essere riportata la seguente voce:
http://www.comune.milano.it/graficheincomune, Civico Gabinetto dei Disegni del Castello Sforzesco di Milano, inv. 410 E 8, scheda di Mascellino, Bruno 2018.
Le opere sono tutelate dal diritto d'autore (legge 22 aprile 1941, n. 633 e integrazioni).
L'utilizzo di immagini riproducenti opere di artisti viventi o morti da meno di 70 anni, quindi non ancora di Pubblico Dominio, esige l'autorizzazione dell'avente diritto o della SIAE, sezione OLAF, se quest'ultima lo rappresenta.
Per quanto concerne l'utilizzo delle immagini delle opere di proprietà di questo Istituto Civico, si invita a prendere visione e a compilare la richiesta di autorizzazione qui allegata e le condizioni d’uso, ai sensi del Regolamento per i Civici Istituti d'Arte, Scienza e Storia e, per quanto riguarda le tariffe, della delibera di G.C. n. 3175/2002.
[Allegato]
Ideazione concept Graficheincomune:
Benedetta Gallizia di Vergano, Michele Stolfa
 - 
Realizzazione informatica:
TAI S.a.s. di Marino Delfino e Paolo Ongaro