Lista
Lista
Lista
Lista
Lista
  • Bacheca dei siti suggeriti:
  • [Treccani]
  • [Wikipedia]
  • [GabinettoDisegniEStampeUffizi]
  • [BritishMuseum]
  • [Louvre]
  • [Prado]
  • [MetropolitanMuseum]
  • [VictoriaAlbertMuseum]
  • [Albertina]
  • [BibliotecaMediceaLaurenziana]
  • [BibliotecaApostolicaVaticana]
  • [InternetCulturale]
  • [KIT]
  • [SBNRL]
  • [SBNIT]
  • [Azalai]
  • [Incunabula]
  • [Edit16]
  • [Catalogo Italiano dei Periodici]
  • [ManusOnLine]
  • [Calcografica]
  • [ACRI]
  • [Gallica]
  • [Iconclass]
  • [Emporium]
  • [LombardiaBeniCulturali]
Risultati 1-1 su 1
AG_564_K01
OggettodisegnoAutoreSoffici, Ardengo [Info autore]TitoloMarinaDatazione1927 (datata/o)Materia e tecnicacarta, tela, grafite, acquerello, gouacheMisuremm 500 x 350
Notizie storico-criticheIntorno alla metà degli anni Venti lo sviluppo dell'opera di Soffici si avvia verso una nuova visione dell'arte. Avvicinatosi sempre di più alle poetiche del Novecento, l'artista toscano inizia a soffermarsi sul paesaggio e su un attento studio della natura. Dal 1926, oltre alle numerose vedute di Poggio a Caiano, in cui descrive la campagne toscana, figurano tra le sue opere anche le spiagge della Versilia e in particolare quella di Forte dei Marmi, dove nelle calde estati si ritrovava con pittori, letterati e critici. Nella Versilia l'artista trovò un'alterativa tematica ed espressiva al panorama della propria regione; realizza in questo contesto numerose opere di paesaggi marini, spiagge e cabine in riva al mare. Un esempio è il disegno custodito oggi presso le raccolte grafiche del Gabinetto di Disegni del Castello Sforzesco, esposto nel 1929 all'interno della Seconda Mostra del Novecento Italiano, insieme ad altri due acquerelli aventi il medesimo soggetto. Il disegno, acquistato in quella stessa occasione, può essere messo in relazione alle numerose opere a olio del periodo come "Cabine" ("Spiaggia; cabina a Forte dei Marmi") del 1927 e soprattutto al dipinto "Ponte caricatore a Forte dei Marmi" ("Vento sul mare") in cui si riconosce lo stesso pontile visibile nel foglio del Castello. Quest'ultimo è attraversato da una tenue tinteggiatura della carta, ottenuta mediante impalpabili pennellate azzurre che insieme ai pallidi e acerbi colori del disegno accentuano nell'opera l'atmosfera di solitudine, amplificata dall'assenza di elementi umani. La presenza dell'uomo, infatti, è suggerita solo indirettamente da una piccola barca in mare e da tre cabine adagiate su di un paesaggio di sabbia.
BibliografiaSeconda Mostra del Novecento italiano, Milano 1929, p. 24G. Raimondi, L. Cavallo, Ardengo Soffici, Firenze 1967, n. 287, p. CCCXXXI fig. 287
ProvenienzaII Mostra del Novecento Italiano (acquisto, 1929)
CollocazioneComune di MilanoGabinetto dei Disegni
AvvertenzeLe informazioni contenute nella presente scheda hanno valore di pubblicazione, pertanto in caso di citazione in pubblicazioni e/o tesi universitarie, dovrà essere riportata la seguente voce:
http://www.comune.milano.it/graficheincomune, Civico Gabinetto dei Disegni del Castello Sforzesco di Milano, inv. 564, scheda di Mascellino, Bruno 2017; Bergamo, Lucia 2018.
Le opere sono tutelate dal diritto d'autore (legge 22 aprile 1941, n. 633 e integrazioni).
L'utilizzo di immagini riproducenti opere di artisti viventi o morti da meno di 70 anni, quindi non ancora di Pubblico Dominio, esige l'autorizzazione dell'avente diritto o della SIAE, sezione OLAF, se quest'ultima lo rappresenta.
Per quanto concerne l'utilizzo delle immagini delle opere di proprietà di questo Istituto Civico, si invita a prendere visione e a compilare la richiesta di autorizzazione qui allegata e le condizioni d’uso, ai sensi del Regolamento per i Civici Istituti d'Arte, Scienza e Storia e, per quanto riguarda le tariffe, della delibera di G.C. n. 3175/2002.
[Allegato]
Ideazione concept Graficheincomune:
Benedetta Gallizia di Vergano, Michele Stolfa
 - 
Realizzazione informatica:
TAI S.a.s. di Marino Delfino e Paolo Ongaro